DANIELE D'ACQUISTO - LOG: RICERCA - DISPLAY - ARCHIVIO

Mostra personale

Gagliardi e Domke, in occasione di Ouverture è lieta di presentare:

Daniele D’Acquisto

LOG: Ricerca – Display – Archivio

(RDA, DAR, RAD, ADR, ARD, DRA, DRRA, RADR, RRAAD, RRADDA, DARRAD…)

Solo show

Inaugurazione 14 settembre 2023, ore 18.00-23.00

(la mostra sarà visitabile fino al 20 ottobre 2023)

Testo critico a cura di Michele Bramante

Con il solo show LOG: R-D-A, coniugando i principi della ricerca artistica a quelli della pratica curatoriale, Daniele D’Acquisto recupera e rimette in circolo immagini documentali di proprie opere, attraverso un riassetto scultoreo/installativo.

Gli incroci di strisce di scotch registrati in studio e trasferiti su materiali rigidi in grado di mantenerne inalterate le forme, interagiscono con la struttura del quadro che contiene l’immagine di un’opera dell’autore o di un suo frammento, ridefinendone gli equilibri.

Le parole Ricerca, Display e Archivio, alla base dell’acronimo che costituisce parte del titolo della mostra, concorrono alternativamente alla dialettica di questo progetto che rappresenta un contributo attorno ai temi della mediazione tra l’ideazione, la produzione e la comunicazione di un’opera d’arte, dello sviluppo e trasformazione dei suoi contenuti con l’ausilio di una forma di archiviazione para-documentale connaturata alla metodologia di lavoro.

Per estensione, questo progetto fa riferimento ad altra tipologia di approccio a componente archivistica, quella del gallerista, che ricerca, raccoglie e custodisce opere durante l’ordinaria attività di collaborazione con l’artista. A questo proposito, parte delle casse per la conservazione di opere della collezione della galleria, prelevate dallo spazio adibito a deposito, sono state utilizzate per realizzare un display che accoglie il nuovo ciclo di opere di Daniele D’Acquisto. Nel resto degli ambienti della galleria, viene invece diffusamente mostrato il contenuto di alcune di quelle casse.

Log” è un termine preso in prestito dal linguaggio informatico. Corrisponde a un registro degli eventi che si verificano durante l’uso di un dispositivo elettronico. Per analogia, il momento dell’esposizione rappresenta la memoria di tutto ciò che è accaduto alle opere e allo spazio circostante in ogni fase della loro vita scultorea. La mostra funziona quindi come un file di log e rappresenta dunque un archivio di quegli eventi.

Le installazioni che costituiscono il cuore di LOG: R-D-A rappresentano così la dimensione della ricerca, della sperimentazione e dell’archiviazione di eventi. La storia di questi eventi si sovrappone a sé stessa nel momento in cui il display si trasforma a sua volta in scultura.

Al di fuori delle casse svuotate, alcune opere selezionate riconquistano la propria unità formale. L’artista sceglie di disporle nel restante percorso espositivo della mostra marcando una presenza ridotta al minimo, per mettere in evidenza il ruolo fondamentale che assume lo spazio della galleria in chiave scultorea. Nel contempo, le opere liberate si arricchiscono di un nuovo significato temporale, divenendo memoria fisica degli ingombri interni delle casse, nelle quali torneranno a essere custodite al termine della mostra.

A latere dell’intervento site-specific saranno dunque presenti alcune delle opere precedenti più rappresentative dell’autore, appartenenti ai cicli GoRe (2008-2010), Strings (2011-2013) e Regola (2016-2017).

In itinere sarà prodotto e presentato il catalogo della mostra, corredato da testo critico a cura di Michele Bramante e alcune dichiarazioni dell’artista direttamente riferibili al progetto, con riproduzioni fotografiche dell’allestimento negli spazi post-industriali della galleria.

Bio: La ricerca di Daniele D’Acquisto (Taranto 1978, vive e lavora a Fiorenzuola D’Arda, PC) è caratterizzata da un’indagine interna alla scultura, con riferimento alle sue declinazioni linguistiche e alla capacità auto-generativa della forma, nell’ambito della quale le opere rappresentano sistemi autopoietici governati da principi dogmatici di volta in volta diversificati. Partendo dal presupposto che la scultura è la forma del luogo, l’autore considera le fasi di allestimento e arrangiamento, in studio o in ambiente diverso, quali parti integranti dell’opera e momento fondamentale per l’interpretazione dello spazio con cui dialoga. Tra le principali mostre personali: Daniele DAcquisto, Log (a cura di L.Madaro), Gagliardi e Domke Torino, 2021; Regola (a cura di L.Madaro), Palazzo Comi, Gagliano del Capo (LE), 2017; Forming, Galerie 22,48mt2, Parigi, 2015; S-Reverse (a cura di L.Madaro), Fondazione Museo Pino Pascali, Polignano a Mare (BA), 2014; Strings (a cura di A.Zanchetta), MAC Lissone (MB), 2014; Volta NY 13, The Pool NYC, New York, 2013; F-V +/-Space (Proliferation) (a cura di C.Canali), Gagliardi Art System, Torino, 2012; Golden Record, Take Off, SuperstudioPiù, Milano, 2010; GoRe (testo di F.Poli), Gagliardi Art System, Torino; Waiting For… (testo di M.Vescovo), Gagliardi Art System, Torino. Tra le principali mostre collettive: Superlab Exhibit (a cura di F.Canfora), Superlab Bicocca, Milano, 2022; Countdown, Gagliardi e Domke, Torino, 2022; Segni Elementari (a cura di F.Carofiglio, C.Ghisu, L.Madaro, B.Minerva), Alberobello (BA), 2022; Villa Sanquirico (a cura di O.Gambari), Villa Sanquirico, Torino, 2021; Stati della materia (a cura di L.Madaro), Gagliardi e Domke, Torino, 2021; Sculptural Training, MTN Museo Temporaneo Navile, Bologna, 2019; To keep at bay (a cura di L.Madaro), Galleria Bianconi, Milano, 2018; Colore non colore, Galleria Valentina Bonomo, Roma, 2018; Chronos, Larte contemporanea e il suo tempo (a cura di A.Madesani), Provincia BG – Sedi varie, 2017; Spazi Igroscopici (a cura di L.Madaro), Galleria Bianconi, Milano, 2017; Linstabilità degli oggetti (a cura di P.Gaglianò), Ex Atelier Corradi, Bologna, 2017; Principi di aderenza (a cura di L.Madaro), Castello Silvestri, Calcio (BG), 2016; Studi Aperti (a cura di F.Gattoni – G.Caione), Museo Tornielli, Ameno (NO), 2013; (P) Parerga & Paralipomena della Pittura (a cura di A.Zanchetta), Bonelli LAB, Canneto sullOglio (Mn), 2013.

Gagliardi e Domke – Via Cervino 16, 10155 Torino

www.gagliardiedomke.cominfo@gagliardiedomke

+39 011 19700031

Orari di apertura: Ma-Ve 15.30-19.30

Contatti stampa

Giorgia Zerboni

gio.zerboni@gmail.com

+39.338.2002220